Clinica Dentale di Verona

Dott. Anna Mazzaglia e Dott. Riccardo Mannoni

clinica dentale di verona

Tel. 045 8034688

Protesi fissa: restaurare la corona dei denti

Se l'implantologia si occupa di rimettere i denti mancanti con l'uso di radici artificiali in titanio, la protesi fissa si occupa di restaurare la corona dei denti con le capsule o con i ponti. Le capsule possono essere fabbricate con vari metodi e materiali: tecnologia classica con la presa dell' impronta, colatura del gesso e modellazione del manufatto da parte dell' odontotecnico, oppure con metodi nuovi quali l' utilizzo della tecnologia cad- cam. I materiali variano dai compositi alla resina, dalla porcellana allo zirconio. I compositi sono adatti, insieme alle porcellane di ultima generazione, a realizzare gli intarsi sui denti posteriori. Lo zirconio è il materiale di eccellenza per la realizzazione di corone in ceramica integrale sui denti anteriori, ma può essere usato solo in ponti posteriori di non più di tre elementi. La resina è un materiale relativamente tenero che può essere usato per la realizzazione di ponti provvisori o di ponti definitivi su denti che, per la mancanza di tessuto di supporto (osso), non potrebbero sostenere a lungo manufatti protesici rigidi come sono quelli in porcellana. La porcellana resta il materiale di elezione per realizzare tutte le nostre protesi. Essa infatti coniuga la duttilità di applicazione ad una resa cromatica ed estetica eccellente, e, a differenza di quanto il termine possa far supporre è molto resistente: l' odontotecnico infatti la modella sopra un supporto aureo e la cuoce in forno ad alte temperature. Lo studio dentistico associato Dott. Anna Mazzaglia e Dott. Riccardo Mannoni si avvale, per la realizzazione delle protesi, dell' esperienza e della competenza di due odontotecnici con una lunga tradizione familiare alle spalle: il Sig. ri Luca e Stefano Rabacchi. Il caso clinico viene sempre discusso in studio insieme agli odontotecnici e spesso anche in presenza del paziente stesso così da valutare la metodica ed il materiale migliore alla risoluzione del caso. Infatti, come abbaiamo visto porcellane, resine, compositi e zirconio hanno caratteristiche profondamente diverse tra loro e non possono essere usati indifferentemente nelle stesse persone e sugli stessi denti; il paziente quindi viene reso consapevole del perché viene proposta quella specifica soluzione protesica e non un' altra e può esprimere le proprie aspettative confrontandosi con gli operatori sui risultati che vorrebbe raggiungere.

Perno moncone e weener in ceramica su 1° molare superiore destro.

esecuzione: capsula

L' estetica perfetta si ottiene collaborando con l' odontotecnico

.

Sembrano denti naturali.

denti mancantieffeto naturaleprotesi in porcellana

Con gli intarsi si risolvono anche i casi più complessi.

senza capsula

Ottimo risultato in pochissimo tempo !!! Giusto prima delle vacanze...

ponte da rifareponte da rifarelavoro in corsoponte finalizzato

Corona in ceramica

Corona in ceramica su incisivo centrale sinistro.

Incisivo centrale inferiore spezzato. In quattro sedute è possibile ripristinare l'elemento rotto.

Incisivo centrale inferiore spezzatoPrima seduta: viene presa l’impronta del perno (perno singolo).Seconda seduta: si cementa il perno, si prende l'impronta per il laboratorio e si inserisce un provvisorio in resinaSeconda seduta: si cementa il perno, si prende l'impronta per il laboratorio e si inserisce un provvisorio in resinaSeconda seduta: si cementa il perno, si prende l'impronta per il laboratorio e si inserisce un provvisorio in resinaTerza seduta: si prova la cappetta metallicaTerza seduta: si prova la cappetta metallicaQuarta seduta: la capsula viene cementata definitivamentelavoro finito

Prima seduta: viene presa l'impronta del perno (perno singolo).

Seconda seduta: si cementa il perno, si prende l'impronta per il laboratorio e si inserisce un provvisorio in resina per l'estetica, che rimarrà in bocca fino a quando non sarà pronto il lavoro definitivo.

Terza seduta: si prova la cappetta metallica che deve chiudere perfettamente il bordo del dente e si prende la masticazione in resina.

Quarta seduta: la capsula viene cementata definitivamente.

Soluzione economica per permettere l'utilizzo di un molare inferiore gravemente compromesso senza ricorrere all'implantologia. Si costruisce una capsula in resina sulle due radici del molare. Il paziente in due sedute può ritrovare la funzionalità masticatoria.
L'intervento è veloce, poco invasivo ed economico.

soluzione senza impianto

Capsula in bocca

 

Ponte in ceramica eseguito su canino e premolari superiori di destra.

esecuzione: Ponte in ceramicaricostruito con perno monconemodelliCaso clinico finito

Il secondo premolare viene ricostruito con perno moncone.

I modelli vengono sempre montati in articolatore.

Niente paura con l'implantologia si risolvono anche i casi più  complicati. Questo paziente non aveva tanto osso e l'impianto era fuori asse rispetto ai suoi denti, ma, lavorando con precisione abbiamo risolto tutti i problemi tecnici.